Incontro con l’ Art Quilt: un giorno con Pia Puonti

Ieri, sabato 6 aprile, il sole splendeva. Un’aria un po’ fresca, una luce brillante illuminava dovunque: insomma una di quelle giornate che uscendo di casa ti rincuori e ti guardi intorno piena di speranze. Una premessa metereologica ma non è fuori luogo per dire che ci attendeva una giornata piena di colore e luce.

Abbiamo incontrato Pia Puonti, un’artista importante che ci ha voluto molto generosamente portare un’esperienza e i risultati delle sue ricerche, mostrandoci la sua idea di “trasparenze”.

 

Non posso, non solo per la cronaca, tralasciare la simpatia e la disponibilità tutta naturale di questa Signora nordica, ormai di casa in Italia e partecipe del nostro esprit.

Una bella giornata, ognuna ha potuto esprimere qualcosa di sé attraverso colori e stoffe diverse.

Una tecnica semplice ma precisa trovo che vada molto a braccetto con tendenze dell’ART QUILT di oggi, ne è un bell’esempio.

Colori solidi, fantasie, batik, scelte personali e molto identificative di un carattere, della propria visione del mondo, (qualche volta confusa, lo dico per me) che attraverso i colori da sempre esprime qualcosa di più di un’espressione di gusto.

Il tempo è passato in un attimo in un silenzio attento interrotto da fragori improvvisi, risate. Inevitabile lo scambio di idee e ricordi un po’ su tutto.

Pia ci ha insegnato ad aggiungere le trasparenze, usando materiali sintetici, appunto trasparenti, ma che aggiungono tono e colore, profondità al lavoro tessile. Una chicca moderna: lettere, scritte e piccole sovrimpressioni, anche quelle trasparenti aggiungono mistero e attraggono l’attenzione verso un significato nascosto. BELLO!

Tutti i lavori, alla fine, hanno dato il loro risultato, bellezza e racconto di colore, ognuna il suo. Quella trasparenza in più non è un posticcio per nascondere, crea un attento mistero.

Davanti ai piccoli quilt, la generosa Maestra era soddisfatta, ha promesso che tornerà. Ognuna si è sentita libera nelle misure, nelle scelte, alla fine, quasi finiti, tutte piccole “opere d’arte”.

Grazie Pia e a prestissimo!

Attenzione l’ART QUILT non vuole bordo/binding.

Tullia Ferrero, aprile 2019